Informativa breve sui cookie
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso delle pagine così da ottimizzarne sempre di più i contenuti e per consentire la fruizione dei contributi video, questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Per visualizzare correttamente tutti i contenuti di questo sito ed esprimere in questo modo il consenso all'uso dei cookie, occorre cliccare sul tasto qui sotto. Per saperne di più o per modificare le preferenze sui cookie, consultare la nostra Cookie Policy. Grazie.
Accetta i Cookie

Istituto Nazionale Tributaristi

17/03/17

Salve Presidente,
gradirei avere informazioni sull'iscrizione all'INT, precisamente se è possibile difendere un cliente in commissione tributaria e/o firmare conteggi relativi a vertenze dipendenti e perizie quali l'usura/anatocismo. (Una sorta di consulente tecnico di parte). Ringraziandola per la sua collaborazione, cordiali saluti.
G.P.P.

Risposta della Presidenza

Gentile G.P.P.,
capisco che, soprattutto in rete, ci sia una tale massa di informazioni, spesso errate o distorte, che diventa necessario confrontarsi anche su tematiche piuttosto consolidate. Cercherò di fare un minimo di chiarezza.
La difesa in contenzioso è normata ai sensi dell'art.12 del D.Lgs.546/92 e non è legata, per quanto riguarda i tributaristi, ad iscrizione in associazioni.
Anche se, talune associazioni su tale funzione scrivono indicazioni in modo poco chiaro, quasi portando a far credere, ovviamente a chi legge frettolosamente e non conosce la normativa, che con la loro tessera si possa stare in giudizio c/terzi!
Gli unici tributaristi che, al momento, possono assistere in contezioso son quelli iscritti nei ruoli dei periti e degli eserti in tributi alla data del 30/9/93 ed in possesso di specifici titoli di studio.
Circa le consulenze o le perizie di parte sono libere ed un contribuente può affidarle a chi ritenga esperto in una determinata materia, in particolare per i conteggi sull’anatocismo da lei indicati non esistono funzioni riservate, ergo ciò che non riservato o regolamentato è libero.
Sulle perizie per vertenze lavoro dipendente direi che rientrano nell’ambito della consulenza del lavoro quindi soggette a riserva, per cui direi che il tributarista non abilitato consulente del lavoro non può svolgere tale funzione.
Spero di esserle stato utile. 
Cordialmente.
Riccardo Alemanno
Presidente INT
 
p.s. per promemoria di massima
http://www.tributaristi-int.it/sportello/INT-ATTIVITA-ESERCITABILI-DAL-TRIBUTARISTA.pdf